FONTE GAIA – JACOPO DELLA QUERCIA - SIENA

L'OPERA

La Fonte Gaia è una fontana monumentale realizzata fra il 1408 e il 1419 da Jacopo della Quercia,collocata nella centralissima Piazza del Campo a Siena e inaugurata nel 1436. Era decorata con i rilievi della Madonna con Bambino, protettrice della città, e affiancata dalle Virtù, indispensabili ispiratrici del buon governo. Sui lati corti sono rappresentate la Creazione di Adamo e la Cacciata dall’Eden. Sui pilastri anteriori le statue di Rea Silvia e Acca Larenzia rimandano alle origini romane della città.

LE PROBLEMATICHE DEL RESTAURO

L’intervento di restauro, iniziato nel 1989 e durato circa vent’anni, si è reso necessario a causa dell’ avanzato stato di degrado della fonte quattrocentesca, da attribuirsi in primo luogo alla natura del materiale impiegato, il marmo della Montagnola senese, di composizione calcarea, e più debole rispetto al tradizionale marmo di Carrara; secondariamente alla collocazione dell’opera, esposta in ambiente esterno, infine ai danni causati dal contatto diretto con il pubblico. Alcune zone della superficie della fontana mostravano dei depositi superficiali di colore grigio e una pellicola ad ossalati di calcio di colore giallognolo.

IL LASER

Per la fase di pulitura è stato deciso di utilizzare la tecnologia laser affiancata a tecniche più tradizionali di natura chimica e meccanica.   La pulitura  laser ha permesso di salvaguardare i residui di policromia, di dorature e di fragili disegni oltre alla pellicola ad ossalati di calcio, che risultavano celati dalle stratificazioni di depositi atmosferici e che la campagna di analisi scientifiche preventiva aveva permesso di individuare.

Committenza: Opera di Santa Maria della Scala, Siena

Restauratore: Stefano Landi

 

 – S. Dei, E. Toti, La Fonte Gaia di Jacopo della Quercia. Storia e restauro di un capolavoro dell’arte senese, Ed. Polistampa, Firenze 2011.

S. Landi et alii,  Intervento di restauro sulla Fonte Gaia di Jacopo della Quercia. Complesso Museale di Santa Maria della Scala, Siena, Atti APLAR 2,  Siena 4 luglio 2008, A cura di Brunetto A., Ed. Il Prato, 2009, pp. 15-26.