PIANETA PROVENIENTE DALLA CAPPELLA PALATINA DI PALERMO

L'OPERA

Una pianeta in seta e filati metallici in argento e argento dorato risalente al 1700 e proveniente dal tesoro tessile del Museo della Cappella Palatina di Palermo è stata sottoposta a restauro nell’ambito di una tesi del Corso di laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali di Palermo.

LE PROBLEMATICHE DEL RESTAURO

Vista la fragilità del tessuto di seta sul quale erano intrecciati i fili metallici, i metodi tradizionali di pulitura meccanica e chimica non sono risultati applicabili in quanto potevano recare danno alle delicate superfici seriche, già compromesse. L’assenza di contatto che caratterizza l’ablazione laser permette un’azione delicata sia sui filati metallici ossidati che sul tessuto di seta e si è quindi proceduto all’utilizzo di questa tecnica per la pulitura della pianeta.

IL LASER

La pulitura laser è stata effettuata con il sistema Thunder Art impostato in seconda armonica a 532 nm (luce verde), nelle aree più ossidate si è utilizzata una frequenza di circa 0.3J/cm2 che scendeva a 0.2 J/cm2 per zone meno ossidate. Allo scopo di limitare le problematiche di dispersione termica, rideposizione , opacizzazione della superficie metallica legata alla rifusione del metallo, è stata inumidita la superficie con acqua deionizzata durante l’irraggiamento.

Restauratrici: Azzurra Milia, Lucia Nucci