PERISTILIO DEL PALAZZO DI DIOCLEZIANO – SPALATO - CROAZIA

L'OPERA

Il Palazzo di Diocleziano a Spalato in Croazia fu costruito alla fine del IV secolo d.C . come residenza privata imperiale e Diocleziano vi abito` dopo la sua abdicazione nel 305. Il Palazzo è uno degli edifici meglio conservati del periodo, avendo subito solo alcune piccole modifiche dal momento della sua costruzione. Il peristilio è posto nella parte centrale ed è stato costruito utilizzando la pietra calcarea estratta dalla vicina isola di Brazza.

LE PROBLEMATICHE DEL RESTAURO

La maggior parte delle pietre calcaree che costituiscono il peristilio erano ricoperte da una crosta nera abbastanza spessa (dagli 0.5 ai 10 mm). Le incrostazioni erano tenute insieme da una matrice gessosa che inglobava particelle di varia natura, come particolato atmosferico, polline, ossalati, sostanze bituminose e carboniose (responsabili della colorazione grigio nerastra), frammenti di calcite di origine primaria derivanti dalla dissoluzione di CaCO3 e successiva riprecipitazione. La trasformazione della calcite in gesso e la formazione di nuovi cristalli aveva creato forti tensioni provocando prima il decoesionamento della pietra sottostante la crosta nera e determinandone in seguito il distacco in alcuni punti.

IL LASER

La tecnologia laser venne utilizzata nel peristilio per la prima volta in Croazia.  Per la preliminare parte sperimentale venne stato utilizzato un laser SFR (Short Free Running) con durata dell’impulso 50-100µs. Per croste sottili di 0.5 mm un’energia di 400mJ con fluenza di circa 13 J/cm2 si dimostrò sufficiente per la rimozione, mentre con croste di 2 mm si rese necessario aumentare l’energia a 1600mJ con fluenza di circa 22 J/cm2

Committenza: Istituto Centrale di Restauro di Zagabria